Autori Riccardo Bortolotti e  Andrea Selvini  - Area Sala Operativa Meteorologia e Climatologia

 

CLIMA EMILIA ROMAGNA

 

Albero principale di selezione dei Parametri Meteo-Climatici sulla regione Emilia Romagna

 

Clima dell’Emilia Romagna per il Trentennio 1961-1990 e per il Quindicennio 1991-2005

Clima del Radiosondaggio di San Pietro Capofiume per il ventennio 1986-2005

Mappe sinottiche per il trentennio 1961-1990 –CLINO-

 

Clima dell’Emilia Romagna per il Trentennio 1961-1990 e per il Quindicennio 1991-2005

Nelle tabelle sono riportati i dati del trentennio 1961-1990 secondo lo standard internazionale definito dal W.M.O. (Organizzazione Meteorologica Mondiale). I dati provengono dalle stazioni gestite dall'Aeronautica Militare e dall'ex Servizio Idrografico - Uffici di Parma e di Bologna - I dati Synop presentano anche i parametri di Fenomeni Meteorologici : Temporali - Neve - Nebbia e le osservabili meteorologiche di Vento ed Umidità relativa. I dati dell'ex servizio idrografico sono termo-pluviometrici Per il quindicennio 1991-2005 sono state utilizzate le stazioni gestite dall'Aeronautica Militare, dall'ex Servizio Idrografico - Uffici di Parma e di Bologna - e le stazioni della rete in telemisura di ARPA-SIM (Reti locali e Agrometeo) I dati delle stazioni della rete in telemisura presentano i parametri di temperatura, umidità  relativa, vento, pioggia

Per il Trentennio 1961-1990 e per il quindicennio 1991-2005 sono stati prodotti due alberi di selezione che riportano l’andamento climatico delle seguenti osservabili meteorologiche:

Precipitazioni

Per le precipitazioni si sono prodotti tabulati riassuntivi dei dati ripartiti per mesi e per decadi.

Si sono prodotte inoltre mappe di pioggia media, dell’indice di Angot (regime di distribuzione delle precipitazioni), di piogge estreme (valore estremo dell’ultimo quintile delle piogge giornaliere)  e dell’indice PE di Thornthwaite relativo allo stato del suolo.

Temperature

Per le temperature si sono prodotti tabulati riassuntivi dei dati ripartiti per mesi e per decadi delle temperature minime, massime e medie e del numero di giorni con gelo.

Si sono inoltre prodotte le mappe delle temperature medie, massime, minime e dell’escursione media mensile e stagionale; le mappe delle temperature massime e minime assolute e le mappe dei numeri di giorni con gelo e con gelo persistente.

Umidità relativa

Per l’umidità relativa si sono prodotte le tabelle a cadenza mensile e decadale dei valori medi, massimi e minimi.

Vento

Per il vento si sono prodotte le tabelle normalizzate mensili ed orarie, nonché le rose del vento medie mensili orarie per le ore sinottiche ( 0,  3,  6, 9, 2,1 5,1 8 e 21 U.T.C.)

Osservazioni a Vista

Per le osservazioni a vista, disponibili solo per i report sinottici della rete osservativa del servizio Meteorologico dell’Aeronautica, si sono prodotti i tabulati della visibilità, massima, minima e media, della copertura nuvolosa, del numero dei giorni con nebbia, con pioggia, con temporale e con neve.

Disagio Bio-Climatico

Per il disagio Bio.Climatico si sono calcolati gli indici di Thom e di Temperatura Apparente (heat-Index) per il caldo umido, l’indice di Scharlau per il freddo umido e la Temperatura di Effetto, o Wind-Chill Factor.

Solo per il quindicennio 1991-2005 si sono prodotti i tabulati della radiazione totale e dell’insolazione (stimata) a cadenza decadale e mensile.

 

Mappe sinottiche per il trentennio 1961-1990

Le Mappe sinottiche per il trentennio 1961-1990 sono state prodotte a partire dai campi di Ri-analisi dell’N.C.E.P   ( http://www.ncep.noaa.gov/    National Centers for Enviromental Prediction)

Analizzate su di un grigliato regolare a passi di 2.5 gradi sia in latitudine che in longitudine).

Sono disponibili le mappe mensili di Pressione Sul Livello del Mare, di Altezza del Geopotenziale a 500 hPa e di Temperatura al livello isobarico di 500 hPa.

Inoltre a partire dai dati CLINO pubblicati dal W.M.O. si è prodotta l’analisi alla  meso-scala del campo di pressione sul livello del mare media  mensile sul bacino del Mediterraneo, sempre per il Trentennio Clino.

 

Clima del Radiosondaggio di San Pietro Capofiume

 

A partire dai dati giornalieri di radiosondaggio di San Pietro Capofiume si è prodotta una serie di tabelle e di diagrammi che riportano l’andamento stagionale del radiosondaggio della località.

 

 

 

Riconoscimenti :

 

I riconoscimenti sono numerosi. Innanzitutto agli oscuri osservatori che in lunghi anni hanno raccolto dati preziosi mantenendo in opera le stazioni termo-pluviometriche.  Ai colleghi dell’Ex Servizio Idrografico dello stato che hanno raccolto, validato ed  ordinato i dati in serie storiche, ispezionando gli strumenti per garantirne l’operatività. Al servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare Italiana che con la sua rete di stazioni sinottiche ha raccolto una serie da dati preziosissimi, che altrimenti non sarebbero disponibili, poiché non rilevati da altre istituzioni negli anni precedenti al 1970.  Alle mie colleghe Valentina Pavan e Rodica Tomozeiu che hanno ordinato e validato le serie storiche dell’Idrografico costruendo le tabelle di consistenza dei dati. A Sandro Nanni che con lunga pazienza ha costruito l’anagrafica, sia pure perfettibile, delle stazioni della Rete R.I.R.E.R.  All’aerea agrometeorologica che ha mantenuto attiva la rete osservativa delle stazioni meteo automatiche del Servizio Meteorologico Regionale nelle sue varie vicissitudini, da E.R.S.A. alla Regione Emilia Romagna ad A.R.P.A.  Servizio meteorologico ed infine ad A.R.P.A. S.I.M.   A Luca Pomi, ora appartenente alla struttura S.I.A. che nel lontano 1995 curò la pubblicazione dei Numeri Del Clima

ed infine a Marco Lazzeri e Francesco Siviero  che hanno realizzato numerosi prodotti html dai quali sono stati  mutuati alcuni pezzi di codice   utilizzati per la selezione delle stazioni e per le aperture delle finestre. Come si usa dire: ' ciò che è buono è merito loro, quello che non lo è, è per nostro demerito'